enit
enit
D LIGHT BLUE: THE CERTIFIED CHROME TANNING OPTIMIZER

LA SOLUZIONE CERTIFICATA DERMACOLOR PER OTTIMIZZARE IL TUO PROCESSO DI CONCIA AL CROMO.

D-LIGHT BLUE

è una tecnologia innovativa messa a punto nei laboratori DERMACOLOR srl, con la finalità di conseguire logiche di sostenibilità sociale ed ambientale.

Tale processo innovativo viene effettuato attraverso l’utilizzo di nuovi prodotti di formulazione DERMACOLOR che, se usati in forma controllata sulla base di un processo validato dall’azienda, consentono di garantire risultati di prodotto confrontabili con il processo tradizionale che possano assicurare riduzione di impatti ambientali e costi associati alla gestione degli stessi da parte delle concerie (parti interessate rilevanti del progetto). Garantendo, inoltre, l’eliminazione della fase di pickel durante la quale gli operatori conciari sono sottoposti all’esposizione di prodotti chimici pericolosi (acido solforico che, nell’ambito del processo si trasforma in acido solfidrico) e ha, dunque, il beneficio di ridurre il rischio chimico del processo tradizionale senza avere impatti significativi sul prodotto.

Tutto fa pensare dunque al conseguimento di un processo e di una pelle “best in class” che rivoluzioneranno completamente il settore nel rispetto della sostenibilità ambientale e sociale. Per offrire una guida alla corretta comunicazione sui temi della sostenibilità, l’azienda ha deciso di intraprendere un percorso di certificazione verso la ISO/TS 17033 “Ethical Claims and supporting information” che governa la formulazione di ogni tipo di claim etico.  L’obiettivo è rendere la comunicazione riguardo alla sostenibilità dell’azienda robusta ed oggettiva. Tutto ciò avviene grazie all’attività di validazione e verifica di un ente certificatore che si occupa di accertare la veridicità dei dati oggetto della relazione.

D LIGHT BLUE OTTIMIZZA IL TUO PROCESSO DI CONCIA AL CROMO RIDUCENDO I TEMPI DI PRODUZIONE E MIGLIORANDO I VALORI AMBIENTALI.

D LIGHT BLUE VELOCIZZA LA FASE DI PREPARAZIONE E CONCIA AL CROMO E TI FA RISPARMIARE FINO A UN GIORNO DI LAVORO.

D LIGHT BLUE MANTIENE IN SICUREZZA L’AMBIENTE DI LAVORO CONTRO LE ESALAZIONI DI ACIDO SOLFIDRICO H2S.

D LIGHT BLUE HA OTTENUTO LA CERTIFICAZIONE

ISO 17033-2019
DEI CLAIM ETICI

A partire dal 2019 l’azienda ha avviato lo sviluppo di una innovativa linea di processo (tecnologia D-LIGHT BLUE) con l’obiettivo di supportare le concerie nella realizzazione di un ciclo di fabbricazione innovativo per ottenere un prodotto con le stesse prestazioni tecniche ed estetiche del prodotto tradizionale, ma con un minor impatto su parametri specifici di sostenibilità riferiti ai seguenti aspetti:

1

RIDUZIONE DELLE EMISSIONI DI CO2 di processo (riduzione di kgCO2/mq prodotto)

2

RIDUZIONE DELLA CONCENTRAZIONE DEI SOLFATI E DEI CLORURI negli scarichi idrici derivanti dal processo D-LIGHT BLUE rispetto al valore nei reflui uscenti dal processo tradizionale

3

RIDUZIONE DEL RISCHIO CHIMICO associato alla fase di pickel

Obiettivo del presente studio è quello di validare con evidenze oggettive il succitato processo D-LIGHT BLUE e, a valle dello studio e della verifica di parte terza è possibile ad oggi affermare: Il processo di lavorazione della pelle D-LIGHT BLUE, garantendo le prestazioni tecniche di prodotto, rispetto al processo tradizionale processo di pickel consente:

1

riduzione specifica di 0,443 ± 0,050 kgCO2/kg di prodotto.

2

riduzione percentuale del 74% ±10% dei cloruri e del 46% ±13% dei solfati negli scarichi idrici di processo con una conseguente riduzione dei costi di depurazione (diretti o indiretti).

3

assenza di acido solfidrico nel processo con l’eliminazione del rischio chimico derivante dello stesso acido e conseguente effetto positivo sulla salute dei lavoratori

Dalla figura appare chiaro che il progetto si è prevalentemente concentrato sul confronto del processo “D-LIGHT BLUE” oggetto dell’innovazione, e il Pickel della conceria tradizionale.
Il monitoraggio dei processi è stato eseguito confrontando i vari aspetti attraverso:

a) l’installazione di contatori dedicati volti a misurare in maniera diretta e quantitativa il risparmio energetico derivante dalla nuova tecnologia;

b) il campionamento degli scarichi derivanti dai due processi ed il confronto analitico dei cloruri e dei solfati derivati.

Nell’ambito del processo conciario è stata dedicata, da sempre, grande attenzione alla fase di lavorazione del PICKEL, la cui pericolosità è essenzialmente legata alla generazione di acido solfidrico H2S (all’interno dello spazio libero del bottale), potenzialmente in grado di provocare gravi danni (anche letali), in caso di inalazione. Questo gas si sviluppa ogni qualvolta i solfuri, contenuti nel derma delle pelli in lavorazione e nel bagno dei bottali, entrano in contatto con acidi o soluzioni acide (generalmente acido solforico e formico).

Il nuovo processo, garantendo lo sviluppo di formulati innovativi, permette di abbattere il rischio di inalazione di acido solfidrico per gli operatori del settore garantendo un miglioramento delle condizioni di lavoro e per la salute e sicurezza degli operatori e la riduzione e la maggiore semplicità, per gli imprenditori del settore, di gestire i rischi residui derivanti dai processi avendo abbattuto uno dei fattori di preoccupazione per la salute dei lavoratori maggiormente peculiare e di alto impatto.

Con cadenza annuale i dati di verifica del claim saranno aggiornati e resi pubblici e avremo modo di apprezzare con sempre maggiore rappresentatività i risultati etici di questa nuova tecnologia.

Interessato al processo D LIGHT BLUE?

CHIEDI UN TEST ADESSO!